Se i Sassi potessero raccontare / If stones could tell

Se i Sassi potessero raccontare

Avete mai provato a raccontare la storia dei Sassi ai vostri bambini?

Ricordate quando, da piccoli, ci parlavano degli antichi rioni materani, che apparivano così pieni di fascino e mistero dinanzi ai nostri sguardi? Cosa che, lo ammettiamo, succede ancora oggi, pur vivendo la quotidiana bellezza dei Sassi senza mai stancarci.

Con “Se i Sassi potessero raccontare” di Amy Ann Weideman, il racconto degli antichi rioni di tufo diviene poesia. Versi che diventano un viaggio fantastico nel tempo con i disegni di Daniela Pareschi.

Un connubio di prosa e immagini che fanno di questo libro una pubblicazione diretta ai bambini ma che affascina anche gli adulti.

Se i Sassi potessero raccontare / If stones could tell - Pagina interna
Se i Sassi potessero raccontare / If stones could tell – Pagina interna

La poetica bilingue della storia di Matera

Come si può intuire dal titolo, il testo è in italiano e inglese: Amy Ann Weideman, infatti, è americana. L’autrice, cittadina materana da ormai 20 anni e innamorata della città dei Sassi quasi quanto della letteratura per bambini, ha coinvolto nella sua profonda passione per Matera la nota e talentuosa disegnatrice Daniela Pareschi, già apprezzata e amata in tutta Italia.

Il testo racconta la storia di Matera dalle sue origini preistoriche ai giorni nostri, guidando il lettore tra disegni delicati e sognanti, scandendo con le sue rime il ritmo dei secoli.

A completare il libro è presente anche un allegato, una linea del tempo che ripercorre gli avvenimenti fondamentali della storia della città.

Marilina e Chiara di The Sassi Book Store vi aspettano in libreria con questo e altri bei libri per bambini.

Se i Sassi potessero raccontare / If stones could tell

Testi: Amy Ann Weideman
Disegni: Daniela Pareschi
Edizioni Giannatelli
Tutte le età
€ 16,00

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su print
Print
Articoli correlati

Lascia un commento