"Il dono della balena" - Copertina

Il dono della balena: quel regalo così grande che è l’amicizia

Quanto è sottile il confine fra realtà e favola? Molto, ci verrebbe da dire. Un filo di cotone sospeso nell’aria che tenta, per fortuna invano, di dividere fantasia e ragione.

Con la favola “Il dono della balena”, Fico Dindia (nome d’arte dell’autore) e l’illustratore Davide Muscarella invitano grandi e soprattutto piccini a riflettere sul valore dell’amicizia, con una naturale propensione verso la fantasia, utilizzata per raccontare luoghi realmente visitati dall’autore, dove è possibile ammirare gli animali protagonisti di questo racconto.

Cosino, l’amico con cui condividere il cammino

Il protagonista della fiaba è Cosino, un piccolo omino bianco che nasce dall’immaginazione dell’autore: “Ho sempre disegnato e dipinto il personaggio della favola, Cosino – afferma Fico Dindia – e fa parte di me sin dai tempi della scuola, quando viveva le sue avventure disegnato sui banchi. Con il tempo, Cosino è passato sui miei quadri e persino su alcuni cartelli stradali del Cammino di Santiago: vederlo ancora lì, dopo qualche anno, è stata un emozione che l’ha reso vivo”.

“In quelle occasioni – prosegue l’autore – tanti amici stranieri incontrati lungo il cammino, hanno avuto modo di vederlo disegnato nel mio quaderno di schizzi, riconoscendolo in giro sui cartelli stradali: da quel momento ho capito che Cosino era diventato un personaggio che ispirava dolcezza e faceva compagnia agli altri pellegrini lungo il cammino, come fosse lui stesso un pellegrino”.

Fra balene, amicizia e coraggio

L’occasione di cimentarsi in una nuova avventura di Cosino si presentò in occasione di un viaggio in Madagascar di Fico Dindia, per assistere alla migrazione delle balene: proprio durante questa esperienza “Il dono della balena” ha preso vita e Cosino si è rivelato il personaggio perfetto per raccontare il viaggio, le persone, gli amici incontrati dall’autore durante quella esperienza.

Soprattutto, Cosino rappresenta il testimonial ideale per condividere un messaggio universale sull’amicizia come ponte che collega le anime senza una spiegazione razionale, un sentimento indipendente da tempo e distanza che l’autore stesso ha maturato nel tempo e che rappresenta il tema principale di questa favola.

Il dono della balenaparla anche di coraggio: il piccolo e dolce Cosino intraprende un viaggio lungo verso un luogo a lui sconosciuto; la sua fiducia verso l’amicizia, però, lo spinge oltre ogni limite, fino a comprendere quanto sia utile donare per raggiungere un obiettivo, ancora meglio se condiviso con altre persone.

Cosino e un altro dei personaggi de "Il dono della balena"
Cosino e un altro dei personaggi de “Il dono della balena”

L’incontro con i bambini malgasci

Durante il viaggio in Madagascar, Fico Dindia visita un orfanotrofio: questa esperienza lo segna in modo profondo, venendo colpito soprattutto dalla tenerezza dei bimbi ospiti e dai loro sorrisi, così genuini e superiori alle condizioni di povertà in cui essi vivono.

“Mi sono chiesto – spiega Fico Dindia – come sia possibile che quei bimbi, pur non avendo nulla, siano così felici. Pensiamo che i bambini abbiano tanto da imparare dai grandi, ma tanto di più noi grandi abbiamo da imparare: dimentichiamo di stupirci e sorridere anche dinanzi a cose che sembrano stupide, ovvie o banali.”

Una favola per sostenere un orfanotrofio in Madagascar

La felicità di quei bambini è rimasta così impressa nella mente di Fico Dindia che, una volta rientrato in Italia, ha subito deciso di pubblicare “Il dono della balena” e donare le royalty delle copie vendute ai bambini dell’orfanotrofio per le loro necessità, con la speranza di far arrivare loro un cospicuo assegno o, magari, consegnandolo in prima persona.

Il dono della balena” nasce quindi come iniziativa benefica: attraverso la vendita su Amazon, infatti, l’autore intende raccogliere donazioni per un orfanotrofio in Madagascar, nel territorio di Ambalakilonga, che lui stesso ha visitato. II prezzo di copertina è di 6,50 € e la royalty per l’autore è di 1,35 €: Fico Dindia sta raccogliendo le sue per donarle all’orfanotrofio malgascio.

Noi abbiamo deciso di sostenerlo, sia per la simpatia di Cosino che per il suo nobile fine.

Fatelo anche voi!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su print
Print
Articoli correlati

Questo articolo ha 6 commenti.

  1. Marisa sanfilippo

    Lodevole iniziativa

  2. Giuseppe lunetta

    La favola nella favola la costruzione dell’orfanotrofio in Madagascar. Ammirevole iniziativa.

  3. Dora la placa

    Mi piace questa iniziativa, bravo fai quello che puoi, con quello che hai , nel posto in cui sei, così ha detto un grande presidente americano

Lascia un commento