U Pastizz Rtunnar

U’ pastizz rtunnar, il calzone ripieno lucano tipico di Pasqua

Dopo aver parlato dei Piccillato Lucano, Cecilia e Luciana di MangiAMO la Lucania ci presentano un’altra ricetta lucana tipica di Pasqua.

La Basilicata è una terra che non smette mai di sorprende, in tema di tradizioni e proposte culinarie. Persino noi lucani restiamo affascinanti da tanta ricchezza di prelibatezze tipiche della nostra regione: una di queste è di sicuro u’ Pastizz rtunnar, una delle specialità lucane più apprezzate.

Articolo di MangiAMO la Lucania

U’ Pastizz rtunnar

Si tratta di un calzone ripieno di carne che prende il nome dal suo paese di origine, Rotondella, un affascinante borgo in provincia di Matera adagiato su una collina, dalla quale si affaccia sul Mar Ionio.

Pensate, il pastizz è una specialità talmente buona che ha ottenuto il riconoscimento P.A.T. (Prodotto Agroalimentare Tradizionale) da parte del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, oltre ad avere un marchio tutto suo depositato presso la Camera di Commercio di Matera nel 2013.

U Pastizz Rtunnar
Nella foto, U’ Pastizz Rtunnar preparato da mangiAMO la Lucania

Un po’ di storia

U’ Pastizz rtunnar è una ricetta antica legata al comune di Rotondella: le prime testimonianze della preparazione del pastizz risalgono già intorno al 1700.

In passato veniva preparato in 3 periodi dell’anno:

  • a Pasqua, usando l’agnello per il suo ripieno;
  • nel periodo in cui si uccidevano i maiali, usando la loro carne;
  • in occasione delle festività per Santa Maria d’Anglona: i rotondellesi usavano recarsi in pellegrinaggio al Santuario della Madonna di Anglona di Tursi, un centro ad alcune decine di chilometri da Rotondella, e u’ pastizz si prestava benissimo come pranzo veloce e facile da trasportare lungo il tragitto. Insomma, il pranzo a sacco ideale!

U’ Pastizz rtunnar – Ingredienti e Preparazione

La preparazione tradizionale di questa ricetta, come tante altre, si tramanda di generazione in generazione. Pensate: per i rotondellesi era talmente importante la preparazione del pastizz che le donne non in grado di farlo pare non riuscissero a trovare marito.

Per fortuna i tempi sono cambiati!

Per non farci trovare impreparati e per sorprendere amici e parenti a tavola, ecco i giusti consigli per preparare il delizioso pastizz rtunnar a casa.

Ingredienti per 4 pastizz

Per la sfoglia

400gr di farina di grano duro
2 cucchiaini di sale
3 cucchiai di strutto o 70 gr di olio evo
200 gr di acqua

Per il ripieno

450 gr di carne di agnello
1 uovo
40 gr di olio extravergine di oliva
40 gr di pecorino o formaggio a scelta
prezzemolo, pepe, sale q.b.

Preparazione

Impastare insieme tutti gli ingredienti per la sfoglia fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo e lasciarlo riposare per mezz’ora.

Stendere la pasta con un mattarello formando dei dischi di circa 20 cm di diametro e 2-3 millimetri di spessore.

Prepariamo il ripieno tagliando innanzitutto la carne d’agnello al coltello, in piccoli pezzettini, aggiungendo quindi l’uovo, il formaggio, il prezzemolo tritato, l’olio, il pepe e il sale: amalgamiamo il tutto e lasciamo riposare sempre per circa mezz’ora.

Trascorso il tempo necessario per la marinatura, riempiamo la metà di ogni disco di pasta con la carne marinata e poi procediamo alla chiusura del calzone, schiacciando i bordi con le dita per sigillare e rifinendo poi la forma a mezza luna con una rotella dentata.

Infine, buchiamo la parte superiore con una forchetta, spennellando con un po’ di tuorlo d’uovo sbattuto e quindi infornando a 200ºC per circa 30 minuti.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su print
Print
Articoli correlati

Lascia un commento