Baby Pit Stop nel Museo Nazionale di Matera

Baby Pit Stop al Museo Nazionale di Matera

Lo scorso mese di luglio è stato inaugurato presso il pian terreno del Museo Nazionale di Matera – Museo Archeologico “Domenico Ridola” il “Baby Pit Stop“, uno spazio dotato:

  • di una comoda seduta;
  • di un fasciatoio;
  • di un angolo attrezzato con tavolino e sedia per bambini;
  • di materiale di cancelleria e piccoli giochi.

L’ambiente è reso accogliente e vivace dalla presenza delle opere visionarie e fantastiche dell’artista spagnolo Felipe C. Risco.

Baby Pit Stop nel Museo Nazionale di Matera
Baby Pit Stop nel Museo Nazionale di Matera

Come nasce il Baby Pit Stop del Museo Nazionale di Matera

L’iniziativa fa parte di un progetto nazionale di Soroptimist International, in accordo con UNICEF, in difesa dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e del diritto all’allattamento al seno, sia come bisogno primario sia come momento di crescita affettiva e culturale, in attuazione dell’art. 24 della Convenzione ONU.

La creazione di uno spazio protetto per mamme e bambini all’interno del Museo Nazionale di Matera apre a una nuova visione dello spazio culturale, attivo e godibile da ogni donna e mamma: i Baby Pit Stop, infatti, sono spazi per consentire alle mamme di allattare al seno quando sono fuori casa.



Servizio completamente gratuito

Il Baby Pit Stop (BPS) è un servizio gratuito. Prende nome dalla nota operazione del “cambio gomme – pieno di benzina” che viene effettuata durante le gare automobilistiche di formula uno. Nei BPS il cambio riguarda il pannolino, e il “pieno” è di sano latte materno, ricco di nutrienti e di anticorpi.

Baby Pit Stop nel Museo Nazionale di Matera
Baby Pit Stop nel Museo Nazionale di Matera
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su print
Print
Articoli correlati

Lascia un commento